Guida autonoma in arrivo in Europa? 13 case automobilistiche la stanno testando insieme

Presto avremo sulle strade della Vecchia Europa delle auto a guida autonoma? Forse sì. Un pool di aziende europee starebbe infatti testando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie in ambito mobilità. E la guida autonoma, così come sta accadendo in diverse aeree del mondo, sembra essere una delle priorità.

Un consorzio Made in Europe

Come riporta l’agenzia di stampa Ansa, nel Vecchio Continente ha preso vita un consorzio di ricerca a livello europeo diretto dal Gruppo Volkswagen. Questo gruppo di case automobilistiche ha come obiettivo dare una decisa svolta nell’ambito della guida autonoma. Il progetto di ricerca in merito – battezzato L3Pilot – ha recentemente avviato le proprie attività quadriennali, il cui fulcro è la guida autonoma sulle strade europee. Se la direzione è affidata al Gruppo Volkswagen, il pool è molto esteso. Ne fanno parte ben 13 gruppi automobilistici europei – Audi, Bmw, Centro Ricerche Fiat SCPA, Daimler, Ford, Honda, Jaguar Land Rover, Opel, PSA, Renault, Toyota e Volvo – oltre a fornitori, istituti di ricerca, università e piccole medie imprese. Insieme, introdurranno nel sistema di trasporto pubblico 100 veicoli e 1.000 conducenti.

Un progetto che vale 68 milioni di euro

Un progetto davvero ambizioso e dai confini estesissimi. Il piano di sviluppo è stato pianificato per 4 anni ed è il più grande di questo tipo sponsorizzato dall’Unione Europea. Il budget per l’iniziativa è pari a 68 milioni di euro, di cui 36 rappresentano il contributo della Commissione Europea. L3Pilot è il primo progetto al mondo a implementare e testare in modo così completo le funzioni della guida autonoma a livello pratico.

Sperimentazione fa rima con tecnologia

“Lo scopo è quello di testare i sistemi di guida autonoma in condizioni reali, in conformità con i livelli Sae 3 e Sae 4 e in una vasta gamma di applicazioni. Sarà sperimentato un ampio ventaglio di tecnologie, dal parcheggio al sorpasso, fino alla guida in città in condizioni di traffico difficili. Complessivamente, il progetto raccoglierà dati in undici Paesi europei per valutare gli aspetti tecnici, l’accettazione degli utenti, il comportamento di guida e l’impatto di questi sistemi sul traffico e sulla società” riporta l’Ansa.

”Siamo convinti che l’iniziativa di ricerca L3Pilot creerà una piattaforma completa e ben radicata per la concretizzazione della mobilità del futuro. La forte integrazione dell’intera industria automobilistica europea e il supporto scientifico di esperti nei campi della mobilità e dei veicoli autonomi daranno slancio al progetto e lo porteranno al successo”. Insieme allo sviluppo tecnico viene analizzato anche il quadro normativo per costruttori e conducenti, in particolare in merito alla responsabilità da prodotto e al Codice della strada” ha dichiarato Aria Etemad, coordinatore del progetto L3Pilot all’interno della divisione Volkswagen Group Research.

Condividi sui socialShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Commenti chiusi.