Cinque mosse per affrontare il post vacanze

Il ritorno al solito tran tran quotidiano, dopo le vacanze estive, può essere un vero e proprio trauma. Il suono della sveglia, l’ufficio, i viaggi in macchina o sui mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro, gli orari imposti… addio libertà e spensieratezza. Per una gran parte degli italiani la fine delle ferie rappresenta un momento di profonda tristezza che ha un nome, la sindrome da rientro. Per affrontare questo periodo con maggiore serenità, e tornare alla propria routine conservando tutti i benefici conquistati nelle vacanze, il portale PontoPro suggerisce una serie di strategie da adottare per conservare la serenità e il buonumore. Ecco i cinque consigli per un rientro soft.

Poco alla volta

Tornare di colpo alla routine quotidiana può essere davvero scioccante e generare effetti negativi. E’ meglio prepararsi in anticipo, quando si è ancora in villeggiatura, magari iniziando qualche giorno prima a reimpostare la sveglia sugli orari lavorativi, e soprattutto lasciandosi almeno uno o due giorni “cuscinetto” a casa propria prima di affrontare l’ufficio.

Organizzazione innanzitutto

L’organizzazione è amica della serenità. Anche per quanto riguarda il lavoro, è bene stilare una to do list così da saper riconoscere le priorità da affrontare e i compiti più urgenti da sbrigare. In questo modo, si avrà immediatamente chiaro cosa dovrà essere svolto subito e cosa invece potrebbe essere posticipato. Un minimo di organizzazione consente di ridurre sensibilmente lo stress.

Programmi positivi

Per allontanare la nostalgia delle vacanze, è utile programmare una serie di attività piacevoli che consentano di sentirsi ancora un po’ in vacanza. Finché il meteo lo consente, è opportuno organizzare qualche gita nei weekend, così come appuntamenti sociali con gli amici. Via libera anche a nuovi progetti e corsi stimolanti.

Attività fisica

Il movimento è amico del buonumore. Proseguire con l’attività fisica, meglio se all’aria aperta finché possibile, è un toccasana per il corpo e per la mente.

Benessere a tavola

Al fianco di una buona attività fisica, è sicuramente necessaria anche una sana alimentazione. Fare il pieno di energie e vitamine: il pesce azzurro con il suo Omega 3 e la frutta di stagione, come l’uva, ricca di melatonina, sono cibi preziosissimi per fronteggiare la sindrome da rientro.

Insomma, prendersi cura di se stessi, programmare appuntamenti piacevoli e soprattutto non farsi prendere dall’ansia grazie a una buona organizzazione sono i segreti per prolungare i benefici delle vacanze per tutto l’arco dell’anno.

Condividi sui socialShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Commenti chiusi.