Archivio Mensile: maggio 2018

LinkedIn festeggia i suoi primi 15 anni

Proprio in questi giorni LinkedIn, la più grande rete professionale online del mondo, compie 15 anni di vita. Nata nel 2003 come la prima piattaforma di social media per professionisti, nella sua prima settimana di vita LinkedIn ha raggiunto 2.708 utenti, che due anni dopo sono diventati 2 milioni. E in 15 anni ha raggiunto oltre 562 milioni di utenti a livello globale.

Oggi, con oltre 11 milioni di utenti, in Italia LinkedIn rappresenta la terza community europea di workers 4.0, collocandosi subito dopo la Francia, con 16 milioni di profili professionali attivi sulla piattaforma, e l’Inghilterra, al primo posto in Europa con oltre 25 milioni di utenti.

“Quando abbiamo aperto la sede italiana nel 2011 c’erano poco più di due milioni di iscritti”

“Quando abbiamo aperto la sede italiana nel 2011 c’erano poco più di due milioni di iscritti al network – commenta Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn -. Poter annunciare oggi di aver quintuplicato questo numero in poco più di sei anni ci rende orgogliosi del nostro lavoro e di far parte di un progetto che ogni giorno aiuta milioni di persone ad avere successo nella propria carriera”.

Una piattaforma che si evolve adattandosi alla nuova era digitale

Originariamente pensata per trovare lavoro in maniera semplice e creare connessioni, la piattaforma è diventata velocemente un luogo dove i suoi utenti potevano interagire e discutere di argomenti importanti per sé e per il futuro delle proprie carriere. “Proprio come il mondo del lavoro LinkedIn si è evoluto – continua Albergoni – trasformandosi e adattandosi alla nuova era digitale, seguendo trend come la veloce crescita del settore tecnologico o il continuo sviluppo di segmenti dell’innovazione come l’intelligenza artificiale, il controllo vocale e la robotica”.

Un ventaglio di opportunità lavorative sempre più ampio

Anche la varietà delle professioni rappresentate è aumentata, riferisce Adnkronos, evidenziando la propensione dei lavoratori italiani verso il mondo della finanza, della moda, delle startup e dell’industry 4.0.

“Un segnale questo che sottolinea come ormai il ventaglio di opportunità presenti sulla nostra piattaforma non si riferisca più a una singola categoria di lavoratori”, aggiunge Albergoni.

Insomma, “che tu sia un pilota o un insegnante di yoga, un venditore o un tester di birre hai a tua disposizione una community di oltre 11 milioni di persone in Italia, e oltre mezzo miliardo a livello globale, che possono aiutarti a raggiungere i tuoi successi professionali”, sottolinea Albergoni